//Poesia sull’Altrove

Poesia sull’Altrove

9,90 

Disponibile dal 25 aprile 2024

IL LIBRO
antologia a cura di Paola Zan

L’Altrove rimbalza con un’energia proporzionale all’ansia che accompagna la sua ricerca.
Ricorre tra i componimenti qui raccolti una sorta di personificazione dell’altrove, come se potessimo aggrapparci a una figura di intelligenza e sensibilità umane in cui ancora fortemente credere, una ‘grande boa’ di salvamento, tanto urgente risulta la necessità di fuga da una realtà artificiale che intrappola.
Come non pensare ad una soluzione in sé stessi?

AUTRICI E  AUTORI

Clara Bartolini, Mario Benincà, Armando Bertollo, Maddalena Capalbi, Vittoria Cioli, Roberta Coliola, Vincenzo De Cunzolo, Annitta Di Mineo, Vitia D’Eva, Pasqualina Deriu, Tiziano Fratus, Claudio Garibaldi, Maria Alessandra Gazzo, Maria Concetta Giorgi, Roberto Marzano, Megael, Maria Murriero, Carlo Occhini, Marco Ongaro, Emanuela Parodi, Daniela Piegai, Julia Pikalova, Paola Raimondi, Antonio Ricci, Margherita Romano, Tiziana Sagazio, Sis Lav, Lia Sivi, Patrizia Spoletini, Roberta Tantillo, Tecla Terazzi, Triscio, Tito Truglia, Fabia Valenti, Patrizia Varnier, Ada Eva Verbena, Gabriella Vernace, Paola Zan e P. Zannoni.

COD: 9788898703357 Categoria: Tag:

Descrizione

Da Parole ricorrenti, prefazione di Paola Zan:

[…]
L’Altrove rimane un gran mistero.

Parola calamita, facile, significante versatile. La sua musicalità conduce sulla pista della poesia cantata, anche di recente produzione. Procediamo con la nostra incursione negli strati della cultura con un immaginario batiscafo, atto a scandagliare i variegati fondali; non può che esservi continuità, come Capitini e Pasolini idealmente associati insegnano, poiché sul filo dello scambio passa come una corrente elettrica, a velocità e intensità differenti, ogni forma di intelligenza sociale.

[…]

Noi non chiediamo agli autori di svolgere un tema, ma di scavare nell’arsenale poetico personale, di scartabellare e di far riemergere i componimenti già scritti, sedimentati e talora perfino dimenticati. Quelli infine qui raccolti fanno spesso balenare l’idea di un ‘al di qua’ fastidiosamente incollato a noi, vuoto, arido o troppo denso e soffocante, e di un altrove raggiungibile percorrendo un sentiero fatato, ameno, caratterizzato da un’incredibile calma, l’ambìto premio a cui tendiamo, che si configura anche con il mondo popolato dalle anime care già trapassate, finalmente rasserenate, luogo di pace per eccellenza.

L’Altrove è anche nella scrittura a mano il cui abbandono sarebbe una tragedia epocale, nella lotta femminista cólta fatta per essere al servizio di tutti e a tutti accessibile, nella biodiversità che irrimediabilmente perdiamo giorno dopo giorno, nel dialogo auspicato tra le culture che si allontanano, nelle scelte coraggiose, nella voce di tutte le autrici e gli autori ispirati. L’Altrove è qui con noi. Come l’inizio e come la fine di tutte le cose.

[…]

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Poesia sull’Altrove”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This website uses cookies and third party services. Ok