//Maddalena Capalbi
Maddalena Capalbi2024-02-20T15:27:43+01:00

Maddalena Capalbi è nata a Roma e vive a Milano.
Ha pubblicato numerose raccolte poetiche in italiano e, dal 2002, in dialetto romanesco, in cui ha anche tradotto alcuni canti della Divina Commedia.
Nel 2015 è stata insignita dell’Ambrogino d’Oro dal Comune di Milano.

Ha pubblicato:
2005 Fluttuazioni, LietoColle. Alcuni dei testi di questa raccolta sono stati tradotti in sloveno da Jolka Milic.
2007 Olio, LietoColle.
2008 Sapevo, Edizioni Pulcinoelefante. Con pastello di Nevia Gregorovich
2008 Il giardino di carta, Fil de Fer Freedom Coop.
2009 Arivojo tutto, LietoColle, poesie in dialetto romanesco. Alcuni testi sono stati inseriti nelle antologie Prova d’orchestra, L’Italia a Pezzi e Con la stessa voce.
2011 Nessuno sa quando il lupo sbrana, La Vita Felice. La raccolta si è classificata al terzo posto, sezione poesia edita, al concorso Guido Gozzano 2013.
2015 Testa rasata, Moretti&Vitali. Segnalata al premio Ponte di Legno 2015 e al premio Montano 2015.
2018 Ribbelle, Il Verri, in dialetto romanesco, con la traduzione nel rispetto dell’endecasillabo e della rima dantesca di alcuni canti della Divina Commedia.
2021 Er core de noantri. Duetto romanesco, overvieweditore, con il poeta Massimo Moraldi.
2022 Plaquette Mon amour, Castagna Edizioni.
2023 Plaquette Gioia. Installazione poetica, con Massimo Moraldi, Castagna Edizioni.
2023 Zingari, ballerine e suoni, La Vita Felice.

Dal 2005 ha coordinato il Laboratorio di Poesia presso la II Casa di Reclusione di Bollate, curandone ogni anno le antologie poetiche. Ha inoltre collaborato alla messa in scena, con i detenuti, di una riduzione di Aspettando Godot (di Samuel Beckett) e de La città di Maghonny di Bertolt Brecht, rappresentate al Teatro Carcano di Milano.

.

libri dell’autrice

This website uses cookies and third party services. Ok