Customer Login

Lost password?

View your shopping cart

versi-lucani-2

By Vincenzo De Cunzolo

Versi Lucani

Le poesie raccolte in Versi lucani (qui ripubblicate in una seconda edizione, dopo la prima del 2007) definiscono lo stretto ed intenso legame di Vincenzo De Cunzolo poeta con la sua terra. In questo senso, i suoi testi si configurano come l’articolata descrizione di un complesso paesaggio interiore.

 

Descrizione prodotto

Scrive Alessandro Cabianca nella sua prefazione: “Quando i legami sono troppo forti, e anche il solo nominarli ripropone quel mondo di relazioni, di suggestioni e di soggezioni, di necessità si stabiliscono delle distanze, dei nascondimenti, per attenuarne l’ansia, e riconoscerli è compito assai arduo per il lettore, che a volte preferisce passare oltre senza soffermarsi sull’amore e sul dolore che vi si accompagnano. Indagare da questo angolo di visuale il legame di Vincenzo De Cunzolo con la sua terra, per come ci appare dai suoi versi, permette di leggere in trasparenza altri legami, che si lasciano appena percepire, per il senso di solitudine e d’inadeguatezza che li caratterizza. Questo primo libro di poesia di De Cunzolo (scelta felice da un vasto materiale magmatico, secondo i preziosi suggerimenti di una importante poetessa, Santa Costanzo) ci permette non tanto di aprire una finestra che dia luce sul suo mondo interiore, ma di intuire, indirettamente, molto indirettamente, un mondo ricco, profondo, che ancora non si sa pienamente disvelare.

Versi che sono parole trattenute (esattamente il contrario del carattere estroverso, esuberante dell’autore), sussurrate, mai esibite, mai gridate, perfino intimiste: “Ogni giorno/ sussurro i miei pensieri/ al sole”. Occhi sorpresi che guardano le stelle, il sole, la luce come se mai li avessero visti, sguardo di fanciullo che enumera i propri passaggi per lenire gli strappi, le separazioni.”

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Versi Lucani”

Product Detail

    No detail information

About The Author

Author

Vincenzo De Cunzolo è nato in Lucania nel 1959. A Padova dal 1978, dove ha studiato (svolge l'attività di medico di medicina generale), potremmo affermare che De Cunzolo si trasforma quando scrive. A differenza della sua poesia, pudica e gelosa dei suoi significati, De Cunzolo è una persona molto estroversa. Sempre circondato da innumerevoli amici, con la sua casa costantemente aperta, la tavola imbandita per chi vuole favorire, il telefonino in continua fibrillazione, ammirato per la generosa levità del suo fare, del suo dire senza confini, senza limiti.